Titolo: DROP OF BLOOD Autore: DEBORAH P. CUMBERBATCH Editore: SELFPUBLISHING Pagine: 886 Prezzo E-Book: € 2,50 Genere: PARANORMAL ROMAN...

Titolo: DROP OF BLOOD
Autore: DEBORAH P. CUMBERBATCH
Editore: SELFPUBLISHING
Pagine: 886
Prezzo E-Book: € 2,50
Genere: PARANORMAL ROMANCE
Serie: DROP OF BLOOD #1


SINOSSI UFFICIALE:

Da quando la sua famiglia si è trasferita nel paesino più noioso e piovoso del mondo, Paige vuole solo lasciarsi la sua tragedia alle spalle e allontanarsi da sua madre e dal Destino che vuole imporle, per decidere il suo futuro da sola. Non permetterà a nessuno di rovinare i suoi piani, nemmeno i sogni che la terrorizzano ogni notte, che le mostrano strani segni e persone oscure e dilaniate, o il nuovo saccente, egoista e presuntuoso vicino, la quintessenza della perfezione, con il suo fascino pericoloso, che tenta di innervosirla in ogni possibile modo, come se fosse la sua missione di vita. Ma nemmeno Paige riesce a negare l’intensità con cui è attratta da lui, come se il loro futuro fosse inesorabilmente intrecciato. E forse è proprio così, perché la vita è fatta di scelte e, a volte, per capire chi siamo davvero, non dobbiamo far altro che accettarci. E vivere. Ed è proprio allora che tutto può accadere.



LA MIA OPINIONE:

Un inaspettato paranormal che intreccia originalità a elementi classici del genere!
Drop of Blood è sicuramente un romanzo inusuale e con molti tratti originali, un esordio che si distingue per essere un opera corposa e strutturata senza però risultare pesante, anzi nonostante la lunghezza è una storia che incuriosisce e si legge molto velocemente. La lunghezza è da un lato un pregio che presenta un’esordiente con tutte le carte in regola per creare storie coinvolgenti con bravura, dall’altro, visto che si tratta di un’opera prima, l’autrice però scivola un po' nell’infodump anche se compensato da uno stile fluido e piuttosto corretto che contribuisce a farne una lettura molto piacevole. Per un esordiente non è facile dosare le informazioni e, soprattutto nella prima parte del romanzo, lo svolgimento della trama viene un po’ rallentato da quella volontà tipica di chi ha a cuore le proprie storie e personaggi di dare al lettore più elementi possibili. Nonostante questo possa sembrare un difetto come detto lo stile è molto valido, colloquiale e pieni di dialoghi veloci tanto che il lettore non ne risente e anzi quasi apprezza la scelta di creare un primo volume di una trilogia corposo e articolato, che racconta molti elementi e lascia ancora tanto da scoprire visto il finale aperto. La trama e i personaggi sono ben sviluppati, con lo scorrere delle pagine prendono ritmo e dinamismo, la narrazione diventa un crescendo in questo bel romanzo che prende spunto dai classici di genere con molti riferimenti noti e che sarà una piacevole lettura per gli amanti del paranormal romance che apprezzano le storie coinvolgenti con tratti originali e personali. Sono evidenti le potenzialità della storia ma soprattutto dell’autrice che si dimostra all’altezza di saper gestire bene un intreccio di amore e miti classici, paranormale e segreti, qualche intrigo e molta azione, niente viene gestito con leggerezza o in maniera frivola anche se l’intento del romanzo è l’intrattenimento. La storia appassiona e conquista senza riserve anche grazie alla ricchezza di particolari visivi che coinvolgono nella lettura, non ci si ritroverà a leggere qualcosa di già “letto” o scontato ma un affascinante inizio di serie pieno di fascino, con componenti ricche e studiate nei minimi dettagli!


GIUDIZIO COMPLESSIVO:

 = OTTIMO



Titolo:  EPISTOLE SPORCHE DI SANGUE Autore:  EILAN MOON Editore:  BOOKABOOK Pagine: 363 Prezzo E-Book:  € 7,99 (Gratis KU) Prezzo E-Boo...

Titolo: EPISTOLE SPORCHE DI SANGUE
Autore: EILAN MOON
Editore: BOOKABOOK
Pagine: 363
Prezzo E-Book:
 € 7,99 (Gratis KU)
Prezzo E-Book: € 15,00
Genere: ROMANZO THRILLER-STORICO
Serie: STAND-ALONE


SINOSSI UFFICIALE:

Jack lo Squartatore era un uomo, su questo Abberline non aveva mai avuto dubbi, ma in quel momento, in quella notte, la nebbia della City era sua complice, ed era femmina, un'amante folle di una passione consumata nel sangue.Londra, fine Ottocento. L'ispettore Frederick Abberline è un uomo consumato dalla sua ossessione, dal fallimento di non essere ancora riuscito ad arrestare il serial killer che sta scuotendo tutta la City: Jack lo Squartatore. Un plico di lettere misteriose depositato sulla sua scrivania potrebbe essere la chiave per risolvere questo mistero, la svolta nelle indagini che stava aspettando. Oppure no. L'ispettore si convince velocemente che si tratta di uno scherzo, uno dei tanti. Ogni lettera, però, lo immerge nei deliri di una mente squilibrata, folle, che descrive minuziosamente gli omicidi commessi e lo porta a scoprire il colpevole. Se Jack lo Squartatore fosse stato una vittima? Non sempre le cose sono come appaiono e nell'oscurità dell'animo umano si celano verità terribili e sensi di colpa che divorano. Un uomo affetto da una malattia mentale può davvero essere considerato un mostro, oppure no?



LA MIA OPINIONE:

“Atmosfere cupe e realistiche che danno vita a un intenso e sconvolgente romanzo!”
Epistole sporche di sangue trasforma il thriller storico in un romanzo che sorprende il lettore con una storia avvincente, intrecciando l'immaginazione al saggio e giocando sull’identità ad oggi ancora sconosciuta di un personaggio controverso, l’autrice ha infatti collegato fatti storici a investigazione personale, originalità ad eventi comprovati e verificabili. Un romanzo eterogeneo, originalissimo e avvincente, che in un crescendo di adrenalina si rivela un’eccellente prova di talento. La narrazione dell’autrice ricalca fedelmente lo stile e in modi di un epoca, denota uno studio approfondito non solo dei fatti ma anche della società, la storia si dipana al lettore con chiarezza e con un linguaggio visivo che ricorda più una pellicola cinematografica che un vero e proprio romanzo storico. In questo libro infatti storia e finzione si intrecciano in modo armonioso tanto che è difficile capire dove inizi una e finisca l’altra, ma non solo, il noir si intreccia allo studio dei fatti, horror si mescola all'originalità di una visione nuova di una storia controversa. Sebbene la figura di Jack lo squartatore sia una delle più misteriose e discusse di tutti i tempi in questo frangente viene infatti data una visione nuova, un punto di vista inusuale che umanizza il primo serial killer della storia, che lo rende reale nel sua crudeltà e nei suoi lati deboli e più umani. I fatti da cui prende vita il romanzo, così come le lettere e parte della storia sono infatti reali, e inserire una componente storica così imponente dando comunque una chiara impronta di originalità agli eventi denota non solo un grande studio dell’epoca ma anche una bravura fuori dagli schemi nel rendere questo thriller reale e coinvolgente, sia per lo stile che per la forma. Eilan Moon ha dimostrato nel tempo una grande versatilità di genere che si distingue dai molti per non lasciare nulla al caso nei suoi libri, ogni minimo particolare viene studiato e descritto con cognizione di causa, e questo libro non fa eccezione, anzi denota uno studio approfondito non solo dell’epoca vittoriana e di una figura conosciuta nell'immaginario comune. È evidente il lavoro enorme dietro alla ricostruzione storica dove fatti, luoghi, persone e date che vengono non solo studiati ma riportati fedelmente, analizzati in modo appassionante in una ricostruzione ipotetica ma possibile che lascia al lettore la risposta non solo a quesiti riguardanti le vicende ma soprattutto che mette in dubbio e dimostra come nella storia e nella realtà forse nulla è come sembra.


GIUDIZIO COMPLESSIVO:

= CAPOLAVORO

Titolo:  TUTTA COLPA DI MR DARCY Autore:  SHANNON HALE Editore:  PIEMME Pagine: 235 Prezzo E-Book:  € 5,15 Prezzo E-Book:  € 15,73 Gen...

Titolo: TUTTA COLPA DI MR DARCY
Autore: SHANNON HALE
Editore: PIEMME
Pagine: 235
Prezzo E-Book: € 5,15
Prezzo E-Book: € 15,73
Genere: ROMANCE CONTEMPORANEO, COMMEDIA
Serie: STAND-ALONE


SINOSSI UFFICIALE:

Che cosa distingue una semplice lettrice di Jane Austen da Jane Hayes? Tutto: nella sua testa parole come "orgoglio", "pregiudizio", "ragione", "sentimento" hanno un significato ben diverso da quello del dizionario, e soprattutto, per lei, non c'è nessun uomo al mondo di cui valga la pena innamorarsi. Perché nessun uomo è e sarà mai Fitzwilliam Darcy - tranne Colin Firth nella migliore interpretazione della sua carriera, si capisce. Così, anche se Jane è una single trentenne che potrebbe godersi la vita a New York, le sue chance in amore sono regolarmente sabotate dalla sua fissazione platonica. Finché un viaggio la porta dove ha sempre sognato di andare: complice l'eredità di una prozia, Jane parte per Pembrook Park, Inghilterra. L'unico posto dove, tra costumi d'epoca, carrozze, balli di gala e rigida etichetta, per una modica cifra anche tu puoi vivere il tuo sogno austeniano. E magari innamorarti. Nella villa fuori dal tempo che la accoglie, piena di stanze e servitù, tra personaggi bizzarri che non si fanno problemi a vivere per qualche giorno nel passato, Jane conoscerà un giardiniere belloccio, ma si scontrerà anche con un gentiluomo che si crede un po' troppo affascinante. E forse vivrà finalmente il sogno più bello. Quello da vivere nella realtà.



LA MIA OPINIONE:

“Per tutte le sognatrici che credono che Jane Austen sia senza tempo!”
Jane Austen e le sue opere sono forse uno degli argomenti più utilizzati nella letteratura di genere, tra citazioni, riferimenti e rivisitazioni più o meno riuscite è difficile trovare un romanzo che riesce nell’impresa di dare modernità e brio al clima austeniano, ma questo piacevole libro ci riesce. Tutta colpa di Mr Darcy non è un romanzo recente, in Italia è arrivata prima la sua bella e calzante versione commedia, Alla ricerca di Jane, ma è forse una delle versioni più calzanti e moderne di questo filone. Infatti il romanzo è stato scritto in epoca non sospetta ed è forse uno dei primi a sfruttare l’argomento Austen e anche uno dei più belli. Una rilettura attuale e fresca che prende spunto dal classico e lo porta nella realtà quotidiana di un’irresistibile protagonista. Il romanzo ha ovviamente tutti i caratteri della commedia-favola moderna, accattivante nei toni e mai esagerato anche se un po’ lontano dalla quotidianità o dal realismo ma una lettura bella e leggera, divertente e soprattutto meritevole sia per le amanti di Orgoglio e Pregiudizio che per chi apprezza una storia romantica e originale. Certi romanzi sono pensati come puro intrattenimento e questo ne è un bellissimo esempio, il viaggio della protagonista diventa il viaggio del lettore in una meta da sogno, pensata appositamente per fantasticare e che ricalca in pieno l’intento di un romanzo senza tempo che va oltre le apparenze. La storia originale sorprende per quanto riesca a essere in armonia con lo stile e l’intento di Jane Austen, intreccia divertimento e ironia, arricchisce la trama con sentimenti e modernità, pur rimando fedele, almeno in apparenza, al periodo storico ma trasportato con grande arguzia in epoca contemporanea. Molto belli anche i personaggi, resi credibili e ben strutturati, con un atmosfera ricca di piccoli particolari studiata alla perfezione, che ricorda al lettore la linea sottile tra sogno e realtà. L’idea di partenza dell’autrice è semplice eppure sorprendente in cui recita e realtà di fondono, il tutto supportato da una bella trama e da uno stile godibilissimo che coinvolge e tiene incollati alle pagine.


GIUDIZIO COMPLESSIVO:

= CAPOLAVORO

Titolo:  IL CASO TRICOT Autore:  BARBARA SOLINAS Editore:  EMMA BOOKS Pagine: 91 Prezzo E-Book:  € 2,99 Genere:  GIALLO, NARRATIVA MODE...

Titolo: IL CASO TRICOT
Autore: BARBARA SOLINAS
Editore: EMMA BOOKS
Pagine: 91
Prezzo E-Book: € 2,99
Genere: GIALLO, NARRATIVA MODERNA
Serie: STAND-ALONE


SINOSSI UFFICIALE:

Rosa Cipria è un commissario con un nome bizzarro, una sensibilità unica e un hobby... singolare. Dopo la morte dell’ingegner Netti, lei e la sua squadra dovranno avviare le indagini partendo da due indizi: una busta écru con un biglietto e una rosa lavorata a maglia.
Si apre così il caso Tricot, e per risolverlo il commissario dovrà vedersela con il mistero di un libro inedito, il mal d'amore di una scrittrice, la sorellanza di tre amiche, il tricot e un'insolita quanto fatale passione per la lettura.
Barbara Solinas esordisce nel genere giallo-rosa e ci regala un personaggio originale che vi conquisterà. Come la sua penna.



LA MIA OPINIONE:

“Un accattivante giallo che si tinge di rosa cipria!”
Questo romanzo, come un bellissimo fiore realizzato a maglia, intreccia, letteralmente, una trama gialla piacevolissima e veloce alla passione per la letteratura in una storia ricca di riferimenti, veri e propri tributi ai classici di genere che vengono raccontati al lettore con una narrazione fluida, densa di particolari e di personalità. Barbara Solinas si riconferma una penna d'eccellenza e di grande versatilità che spazia con naturalezza tra i generi e dà vita a una lettura fresca che ricalca però tutto il fascino dei gialli veri e appassionanti. Un intrigo con un tocco molto femminile e per questo ancor più accattivante che non scade nella prevedibilità ma anzi si distingue per una trama originale e strutturata alla perfezione. Il romanzo nella sua brevità è articolato alla perfezione, sicuramente una scelta stilistica ma tanta è la bravura dell'autrice che se anche avesse allungato il racconto il lettore l'avrebbe apprezzato ancor di più. Lo sviluppo è comunque completo, non vengono lasciati spazi vuoi e tutti i tasselli del puzzle vanno al loro posto grazie anche a una bella caratterizzazione dei personaggi, descritti nei loro lati positivi ma anche nelle loro debolezze, luci e ombre che vanno a raccontare di persone comuni in una trama non scontata e con qualche bel colpo o di scena. I riferimenti letterari che l’autrice dissemina nel testo non sono solo quelli relativi al genere ma riescono a valicare lo stereotipo e a trasmettere passione per i libri, quell’affetto a volte strano che sentono i lettori verso le proprie letture, ovviamente il tutto rivisto in chiave molto originale e per nulla scontata. Un giallo che si tinge di cipria, di ecrù e dei molti colori dei fiori tricot che compaiono nel romanzo, che porta una visione femminile e pulita in un genere spesse volte sottovalutato o che si basa su degli stereotipi che invece in questo caso riesce a venir rivisto con eccellente padronanza. L’autrice infatti modernizza il tradizionale giallo pur mantenendone inalterato il fascino classico e intramontabile che caratterizza questo filone letterario.


GIUDIZIO COMPLESSIVO:

= CAPOLAVORO

Titolo:  GABBIA PER UCCELLINI Autore:  S.M. MAY Editore:  SELF PUBLISHING Pagine: 279 Prezzo E-Book:  € 2,99 Prezzo Cartaceo:  € 10,00 ...

Titolo: GABBIA PER UCCELLINI
Autore: S.M. MAY
Editore: SELF PUBLISHING
Pagine: 279
Prezzo E-Book: € 2,99
Prezzo Cartaceo: € 10,00
Genere: NARRATIVA MODERNA
Serie: STAND-ALONE


SINOSSI UFFICIALE:

Mai sottovalutare un acquazzone di primavera.

Quando Rey Morales, studente all’università di La Salle, Philadelphia, esce a festeggiare l’ultima vittoria della squadra di baseball, può solo aspettarsi una serata rilassante insieme ai compagni e tifosi, piena di musica e birra. Ma la pioggia continua a cadere incessante, e Julien, l'uomo più affascinante di tutto il locale, si offre di accompagnarlo sino al campus.
Che c’è di male ad accettare quel passaggio?
Al suo risveglio, Rey si ritrova senza vie di fuga e senza difese.

Un uccellino chiuso in gabbia,
con un padrone esigente che vuole prendersi cura di lui.
209 notti che valgono una vita.

Quando Matthew Forsyth, ambizioso sostituto procuratore della città, si vede assegnato il caso Morales, può solo pensare che sia iniziato uno dei periodi più fortunati della propria carriera. Niente di meglio che un processo facile e sensazionale, per garantirsi promozioni e successo.
Che c’è di male ad accettare quell’incarico?
Peccato che non sia così facile capire chi, tra la vittima e l’imputato, sia l’individuo più pericoloso in aula.

209 notti su cui manca una verità certa.
Due presunti colpevoli.
Un processo che nessuno vuole vincere davvero.
Una gabbia invisibile che imprigiona ancora.
E un’unica domanda: chi tiene davvero la chiave?


DISCLAIMER: questo non è un romanzo d’amore. Contiene scene esplicite e taluni episodi di violenza che sono necessari per il contesto, ma che potrebbero risultare fastidiosi per lettori particolarmente sensibili. Lettura +18



LA MIA OPINIONE:

“Un’originale e appassionante spirale di emozioni e suspense!”
Gabbia per uccellini non è un romance classico, non è una storia d’amore, non è la lettura farcita di stereotipi e luoghi comuni ma soprattutto non è quello che ci si aspetta. Questo romanzo si discosta dai generi noti e si sviluppa in una trama molto originale, che si legge velocemente e che coinvolge fin dalle prime pagine. S.M. May è una penna validissima che però finora ha abituato il lettore a storie d’amore coinvolgenti, a volte divertenti ma sempre molto particolari e anche in questo romanzo non solo da prova di un’immaginifica capacità narrativa ma soprattutto di una crescita stilistica evidente e apprezzabilissima dal lettore. Infatti la sinossi descrive brevemente quella che in realtà è una storia dai tratti cupi e intensi, complessa e con un’analisi psicologica dei protagonisti approfondita e tangibile. Lo studio delle dinamiche comportamentali dei personaggi, i molti particolari studiati alla perfezione e l’uso con cognizione di causa di elementi legali si intrecciano alla forte componente emotiva del romanzo in un equilibrio perfetto che stupisce il lettore. Le tematiche trattate sono molto delicate, anche azzardate se vogliamo per un libro ma hanno un fondo di estrema attualità che intrecciano il romanzo psicologico a componenti del legal-thriller. L’autrice ha saputo trattare temi come la violenza fisica e psichica con grande classe, dando una visione d’insieme di un quadro complesso e articolato ma soprattutto svelando le informazioni con il giusto ritmo e la giusta eleganza, non dando una divisione netta tra giusto e sbagliato ma lasciando che sia il lettore a dare una propria interpretazione dei fatti e soprattutto degli atteggiamenti del personaggi. Il lettore infatti segue la storia di Rey e Julien in un alternarsi di stati d’animo e tensione, non vi sono ruoli definiti e neanche stereotipi semplici e prevedibili ma un intreccio complesso affrontato con i giusti modi, una visione imparziale che descrive le luci e le ombre della storia. Ineccepibile la caratterizzazione dei personaggi sia principali che comprimari, come pure ineccepibile la costruzione della storia che tra fatti realistici ed elementi simbolici è l’ennesima riprova della bravura di un’autrice che non smette di stupire.


GIUDIZIO COMPLESSIVO:

= CAPOLAVORO


Titolo: L'amore è una bugia Autrice: Patrizia Violi Formato: Formato Kindle Lunghezza stampa: 213 Editore: Giunti Prezzo: 4,99 ...



Titolo: L'amore è una bugia
Autrice: Patrizia Violi
Formato: Formato Kindle
Lunghezza stampa: 213
Editore: Giunti
Prezzo: 4,99 €

Giovane, carina e precaria, Elena è intrappolata nella maledizione delle moderne generazioni: una laurea, un lavoro che non la soddisfa e la ricerca del grande amore. Fino a quando una sera s’imbuca allo showcase dei Depeche Mode e incontra Mattia, giornalista di grande carisma e di bell’aspetto.
Elena perde completamente la testa, anche se Mattia è il classico sciupafemmine seriale e il suo vero “compagno di vita” finora è stato Andrea, amico fin dai tempi del liceo. I due si completano a vicenda: il primo affascinante ed estroverso, il secondo timido e intelligente. Entrambi single convinti, spesso è capitato che Andrea riciclasse le fidanzate “usate” di Mattia. Sarà così anche per Elena?
I due si frequentano per qualche mese ma quando Mattia decide di lasciarla, una scoperta improvvisa cambia tutto. I sintomi che aveva tanto a lungo trascurato, si rivelano molto più gravi del previsto.
Mostrarsi vulnerabile e cercare conforto in una relazione stabile o mentire e allontanarsi? E se è vero che gli amici si vedono nel momento del bisogno, Andrea si dimostrerà tale?
Tra bugie e improvvisi ribaltamenti, un romanzo appassionante che presenta il lato oscuro dell’amicizia e dell’amore.



Patrizia Violi vive a Milano dove fa la giornalista, collabora con il blog La Ventisettesima Ora e Futura del Corriere della Sera. È sposata e ha due figlie: dalla sua esperienza familiare è nato extramamma.net. Ha pubblicato Love.com (Emmabooks 2011), Una mamma da URL (Baldini & Castoldi 2010) e Affari d’amore (Baldini & Castoldi 2012). 

Titolo:  ASPETTAVO SOLO TE Autore:  A.I. CUDIL Editore:  SELF PUBLISHING Pagine: 248 Prezzo E-Book:  € 2,99 Prezzo Cartaceo:  € 9,88 G...

Titolo: ASPETTAVO SOLO TE
Autore: A.I. CUDIL
Editore: SELF PUBLISHING
Pagine: 248
Prezzo E-Book: € 2,99
Prezzo Cartaceo: € 9,88
Genere: ROMANCE CONTEMPORANEO
Serie: STAND-ALONE,
SPIN OFF di SIX SENSES


SINOSSI UFFICIALE:

Pauline ha un brillante futuro che l’aspetta. Dopo anni di studio e di sacrifici è riuscita a realizzare il suo sogno e diventare medico. Chi l’avrebbe mai detto che un giorno sul tavolo operatorio avrebbe ritrovato il suo vecchio amico d’infanzia che per tanto tempo l’aveva fatta soffrire? Come ci si comporta con un uomo che credeva un delinquente e che invece ora scopre essere un gendarme della polizia giudiziaria ferito in un’operazione sotto copertura?

Stefan ha lottato tutta la vita, ha commesso molti errori ed è caduto troppe volte. Ma si è sempre rialzato e ora ha trovato il suo equilibrio. Fa il lavoro perfetto per lui ed è sereno, almeno finché tra la mascherina e la cuffietta del medico che lo assiste ritrova gli occhi azzurri e sorpresi di Pauline. Ce l’ha fatta! La sua piccola pestifera amica d’infanzia si è trasformata nella donna che ha sempre voluto essere.

Quello che Stefan non sa è che Pauline è da sempre invaghita di lui e che le ha provate tutte pur di dimenticarlo.
Quello che Pauline non sa è che Stefan non si è mai considerato alla sua altezza e l’ha sempre pensata irraggiungibile.
E se fosse arrivato il momento di smetterla di nascondersi e di provare a conoscersi davvero? Perché la vita riserva sempre delle sorprese e forse entrambi la persona giusta l’hanno già incontrata, devono solo afferrarla e tenerla stretta.



LA MIA OPINIONE:

“Un intreccio di vita, sentimenti, emozioni e talento vero!”
A.I.Cudil nei suoi romanzi ha creato un mondo immaginifico fatto di sensualità e sentimenti, di emozioni e di personaggi che lasciano il segno. Aspettavo solo te è una storia conclusiva ma è la riprova di come dei personaggi validi e ben delineati a un certo punto debbano quasi per forza prendere la parola e raccontare le loro vicende. Il romanzo infatti intreccia alcuni eventi di Solo la tua carezza ai punti di vista e alle storie personali di due protagonisti slegati dalla serie principale ma altrettanto coinvolgenti. La narrazione si alterna tra passato e presente, con lo stile fluido e accattivante che caratterizza la Cudil gli eventi proseguono con ritmo e catturano il lettore. L’autrice declina la storia con lo stile bello e sensuale che la contraddistingue e da vita a un libro più romance di quelli a cui sono abituati i suoi lettori ma altrettanto valido. Ancora una volta la bravura di questa penna è evidente nel riuscire a spaziare con naturalezza tra i generi, dipingendo una storia stand alone con moltissimi riferimenti al mondo creato nei suoi romanzi inseriti sapientemente e in modo a dir poco eccellente. La trama infatti riprende in parte la linea temporale di Solo la tua carezza, e i lettori che conoscono l’autrice non potranno che apprezzare questa visione della storia quasi a trecentosessanta gradi, ma non solo, riappariranno alcuni personaggi della serie Six Senses e il lettore farà la conoscenza anche di una bellissima protagonista di Le Dame Blanche, futura serie di cui vi è un’introduzione nella Dreams Collection. Quella tra Pauline a Stefan è una storia fatta di sentimenti e di un lungo avvicinamento, molto accattivante e con quella componente di realtà tangibile e insegnamenti velati che vanno oltre la finzione e che caratterizzano le opere dell’autrice. Il lettore, data la passione e la cura evidenti nel romanzo, ha la reale impressione che siano i personaggi stessi ad aver voluto prendere la parola, che l’autrice abbia sentito la necessità di mettere nero su bianco una storia solo accennata in precedenza che invece meritava più approfondimento e infatti ha dato vita a questo eccellente romanzo, imperdibile per le romantiche e per le lettrici affezionate di questa talentuosa penna!


GIUDIZIO COMPLESSIVO:

= CAPOLAVORO




Serie “Six Senses“:
#1 - SOLO IL TUO SAPORE
#1.5 - SOLO UN ASSAGGIO (Racconto Gratuito)
#2 - SOLO LA TUA VOCE
#2.5 - SOLO UN SUSSURRO (Racconto)
# 3 - SOLO LA TUA CAREZZA
#4/6 - La serie sarà composta da sei libri in totale, la protagonista del quarto libro sarà Sylvie,
poi Jonathan ed infine Irina.

Nella Raccolta DREAMS COLLECTION è contenuto il racconto Dungeon, prequel della serie Dame Blanche, spin off della serie Six Senses.

© 2019 - 2012 Storie di notti senza luna di Eilan Moon e Silvia Penny

All Rights Reserved. Tutti i diritti riservati.
Licenza Creative Commons Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia. La distribuzione del materiale presente su questo blog è vietata senza previa autorizzazione dell'autrice. Per questo scopo potete contattarla attraverso il modulo di contatto. Tutte le immagini presenti sul blog sono state reperite nel web e successivamente rielaborate, qualora l'utilizzo delle suddette violasse un qualsiasi copyright siete pregati di farcelo sapere al fine di rimuoverle immediatamente.
Grafica creata da Eilan Moon. Powered by Blogger.