Segnalazioni romanzi "Made in Italy"




Oggi, per il "made in Italy", vi segnaliamo quattro romanzi: due selfpublishing, un romanzo dell'editore Imprimatur e un fantasy per Libromania. Buone letture!


Titolo: LE SCARPETTE DI CRISTALLO SONO ESAURITE Manuale per ragazze che non si fanno i film
Autore: Roberta Lippi
Editore: Imprimatur
Pagine: 160
Prezzo: 14,00 €

I tempi sono cambiati, ma il sogno del grande amore resta uno degli obiettivi più importanti per le donne di tutte le età. Eppure le relazioni sembrano essere un disastro. Quando ci si innamora, ci si innamora di brutto. E si va in fissa, parecchio. Così il potenziale fidanzato scappa, regolarmente. Serve metodo e consapevolezza. 
Dal primo appuntamento fino all’addio, alcune regole fondamentali per insegnare alle donne cosa fare perché sia per sempre. «Perché innamorarsi è l’unica cosa giusta da fare, quando si ha davanti la persona giusta. Nel mentre, però, è fondamentale evitare il più possibile di
farsi i film sulle persone sbagliate: per non perdere tempo e speranze».
Un manuale per le donne che sanno affrontare la vita con autoironia, ma quando si tratta di uomini hanno deciso di non sbagliare più un colpo.

L'AUTRICE: Roberta Lippi è autrice televisiva e radiofonica. Nata a Milano nel 1974, ha studiato a Bologna e a Madrid. Al rientro in Italia si è occupata della produzione dei primi video per i siti di «GQ» e «Glamour», è stata docente di giornalismo multimediale e media education, autrice radiofonica e, dal 2005 al 2009, autrice di numerosi programmi di MTV Italia. Ha seguito poi la nascita del sito di Vogue Italia, di cui è stata coordinatore editoriale per tre anni per poi diventare responsabile dei contenuti video della Video Factory di tutte le testate Condé Nast. Oggi è tornata (contro il parere di tutti) alla libera professione. È consulente in strategie editoriali e sviluppo di nuovi format televisivi. Per i suoi quarant'anni ha scritto E comunque non sei Kate Moss, edito da Imprimatur.




Autore: Monica Brizzi
Casa editrice: autopubblicato
Genere: romance
Pagine eBook: 150 ; cartaceo: 248 
Prezzo eBook:  1.99 € ; cartaceo: 11,48 €

Una promessa fatta dieci anni prima. Tornare in Grecia, ancora una volta, tutti insieme. È questa l’idea che spinge un gruppo di trentenni a ripetere la gita dell’ultimo anno di scuola. Peccato che Sofia, una ventinovenne così rossa e piena di lentiggini da essersi meritata il soprannome di Gnomo, non sia pronta a ritrovare tutti, soprattutto Michele, l’ex da cui cerca di scappare. Ma anche Giusti e Paolucci, l’imbucato Martinelli, le ragazze della E, il professore di storia dell’arte, la bidella, Tommaso, l’amico di sempre, il ragazzo di Ragioneria che conosce sin dai tempi delle medie. Tra strane scoperte, nuovi amori, tradimenti, serate in discoteca, pianti e risate a non finire, immersa nella Grecia delle grandi divinità, Sofia riuscirà una volta per tutte a sconfiggere la sua chimera?

Arriviamo. Oh sì, arriviamo.
E Michele è la prima cosa che vedo. È più muscoloso dell’ultima volta e probabilmente alla sua collezione di tatuaggi si è aggiunto qualcos’altro ma cerco di non pensarci. Non che guardare il suo viso mi crei meno problemi. Ha i capelli corti e biondi e sopracciglia chiarissime che incorniciano occhi scuri e sottili. Se non sapessi che tipo è, potrei quasi definirlo serio e composto. Se non ci fossero quelle linee nere tatuate sul collo e sul mento che scivolano sotto la maglietta degli AC/DC.
No, d’accordo, non è possibile definirlo serio e composto.
I sentimenti che provo per lui da una vita vengono a galla, tutti, nell’arco di un secondo e mi blocco in mezzo alle sedie. L’affetto, l’odio, il rancore, la simpatia, l’odio, il rancore. Il rancore, l’odio. Ho già parlato di odio e rancore?
Come se niente fosse continuo a camminare, mi mostro interessata alle mattonelle del pavimento, alla gente che chiacchiera sulle sedie, a ciò che c’è oltre le finestre ma è lampante che voglio finire il prima possibile questa passerella. Michele sorride ad Anita e Roberta che sono qualche passo avanti a me e si gira nella mia direzione. Mi sistemo meglio la borsa sulla spalla e prima che possa rendermene conto è arrivato.
Non so dove mettere le mani, né se devo dire qualcosa così decido di fermarmi e stare zitta. Anche lui non si muove ma dura solo un istante perché poi mi abbraccia. Non riesco ad avvolgere le braccia intorno al suo corpo, non dopo l’ultima volta.
«Ehi», sussurra al mio orecchio. Il suo naso inspira il mio odore e lo sento tra i miei capelli mentre muove le mani tentando di catturarmi. Mi sta avvolgendo come una piovra, maledizione.
«Oh, oh! Potete anche evitare di fare un filmino porno dentro l’aeroporto, no?» protesta Anita infilandomi un dito tra le costole. Sembra il preside in persona, tanto è contrariata, il che equivale a dire il Male puro.
«Guarda chi c’è!» esclama Martinelli.
Martinelli.
Martinelli? Cosa ci fa Martinelli qui? Era il tipo più strano di tutta la scuola e non era in classe nostra. Michele e io ci separiamo e a questo punto mi rendo conto di quanta gente c’è intorno a me. Dovevamo essere sette e invece siamo quindici e tra le varie persone c’è il professore di storia dell’arte che aveva ventisette anni quando ci ha presi in terza liceo, la bidella con cui se la faceva, Lorenzo, di Ragioneria, una tipa della seconda F e due della terza E. Dov’è la mia classe? Che ci fanno queste persone con noi?
Arriccio la bocca trattenendo la voglia di vomitare alla vista delle due pettegole della E e mi guardo intorno senza salutare nessuno.
No, no e poi no. Già andare in vacanza con lui è assurdo, figuriamoci portarmi dietro tutta questa gente che ero riuscita a eliminare dalla mia vita. Michele mi fa un sorriso enorme e io penso che forse solo per questo vale la pena, anche se poi mi ricordo che l’ultima volta l’ho mollato io. Allungo la bocca in uno sorriso molto poco sincero, mi incammino, saluto rapidamente tutti e il mio viso cambia completamente espressione nel vedere Tommaso.
La mia chimera.
Provo una marea di emozioni, tutte insieme, e non so come classificarle, non so come gestirle, non so come sedimentarle. L’unica che estrapolo dal groviglio è che manca l’aria. Aria, ecco cos’è che mi ha sempre tolto. Averlo accanto crea uno scompenso di ossigeno per il quale tutto il mio corpo si immobilizza.
No, non posso farcela. Non posso averli tutti e due intorno.
L'AUTRICE: Monica Brizzi, classe 1983, scrive da quando è poco più che una ragazzina. Ama leggere un po' di tutto, dai grandi classici alla fantascienza. Quando scrive, però, finisce quasi sempre per raccontare storie d'amore ironiche. Oltre a È qui che volevo stare è autrice di Innamorarsi ai tempi della crisi e Il mio supereroe, edito da Delos Digital. Gestisce un blog in cui parla di tutto e di niente, anche se i temi conduttori sono la scrittura, i libri e la sua timidezza.




Autore: Veronica C. AguilarEmiliano Guiducci 
Genere: Urban - Fantasy - Psicologico 
Editore: Autopubblicazione
Pagine: 256 

Sara Kilshore è un’adolescente che, dopo la strana morte della famiglia, viene attaccata da una creatura misteriosa che solo lei sembra in grado di poter vedere. Per questo motivo, una volta a settimana, si reca nello studio di Isac, il suo psicologo. Le hanno fatto credere di avere un disturbo della memoria, causato da una caduta accidentale, ma l’incontro con Tobia la catapulterà in un mondo che pensava essere frutto della sua immaginazione e di cui ignorava l’esistenza. Demoni, spiriti e strane creature sono reali e le danno la caccia. Un viaggio a New York e l’incontro con la zia Claire, faranno chiarezza nel suo passato, facendole prendere atto che il destino dell’umanità è nelle sue mani. In passato qualcosa è andato storto e alcune anime malvagie vagano sulla terra. Il compito di Sara è rintracciarle e farle tornare da dove vengono. Tre mondi, tre porte, tre guardiani e tre chiavi. Queste sono le cose che le serviranno per ristabilire l’equilibrio tra tre dimensioni diverse. Un intreccio tra passato, futuro e presente, costringerà la protagonista a superare molte prove di coraggio e di forza, ma soprattutto la porteranno ad affrontare la lotta più difficile: quella contro se stessa.

L'AUTRICE: Veronica C. Aguilar nasce a Siviglia il 12 Maggio del 1981, laureata in letteratura moderna e capo redattore di una nota rivista letteraria spagnola. Nel 2013, problemi familiari la costringono a trasferirsi a Roma. L’inverno del 2014, in un piccolo bistrot del centro, avviene l’incontro con Emiliano Guiducci, cantautore capitolino che decide di aiutarla con la stesura di alcune scene di lotta del suo nuovo romanzo. L’autrice decide di designarlo come coautore dando vita al primo capitolo de “La bilancia dei mondi divisi”.



AUTORE: Silvia Casini
EDITORE: Libromania
PAGINE: 281
PREZZO: 1,99 €
GENERE: fantasy

Maya si risveglia in una stanza d'ospedale. Non ricorda nulla di quello che le è successo nelle ore o nei giorni precedenti, ha perso completamente la cognizione del tempo e dello spazio. Non ricorda nulla neanche di quella maledetta notte e della gita nei dintorni di Sligo, Irlanda, durante la quale sono morti tutti i suoi compagni d’avventura. Per aiutarla a superare il trauma di quella notizia sconvolgente, i genitori decidono di farle cambiare vita trasferendosi a New York. Cosa è successo quella notte? Cosa significano quelle visioni incomprensibili? Perché il ricordo continua a perseguitarla anche a chilometri e a mesi di distanza?

L'AUTORE: Silvia Casini dopo aver conseguito una laurea breve in interpretariato e traduzione, si laurea in Lingue e Letterature straniere per poi conseguire a Cambridge un Business English Certificate e studiare Comunicazione integrata. Dopo varie collaborazioni sia all’estero che in Italia, attualmente si occupa di critica cinematografica e collabora con diversi siti e testate. Ha già scritto: Magia e altri amori. Pensieri e micro-racconti strampalati alla fermata del treno edito da Edda Edizioni e L’appendifiabe pubblicato da Nadia Camandona editore.










© 2016 - 2012 Storie di notti senza luna di Eilan Moon.

All Rights Reserved. Tutti i diritti riservati.
Licenza Creative Commons Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia. La distribuzione del materiale presente su questo blog è vietata senza previa autorizzazione dell'autrice. Per questo scopo potete contattarla attraverso il modulo di contatto. Tutte le immagini presenti sul blog sono state reperite nel web e successivamente rielaborate, qualora l'utilizzo delle suddette violasse un qualsiasi copyright siete pregati di farcelo sapere al fine di rimuoverle immediatamente.
Grafica creata da Eilan Moon. Powered by Blogger.