Salve lettori dalla penna scintillante, come state affrontando il rientro dalle vacanze? Io personalmente non ho avvertito molto la diffe...

SPECIAL: POLDARK RACCONTATO DA ANGELA C. RYAN


Salve lettori dalla penna scintillante, come state affrontando il rientro dalle vacanze? Io personalmente non ho avvertito molto la differenza. Sarà che quest’anno non ho “salutato” nemmeno da lontano quegli ipotetici giorni di riposo. Ma non mi abbatto! Al contrario, sono felicissima che l’autunno sia alle porte e  una nuova stagione editoriale si affacci con una moltitudine di novità libresche. Però, personalmente non amo queste fredde e nostalgiche stagioni solo per la temperatura e la felicità che può suscitarmi una giornata di pioggia. Niente affatto! L’autunno per me è sempre stato il simbolo di rinascita, di ritorno  e di una carrellata di cose che possono farmi felice come nuove stagioni di serie tv, film attesi da mesi e mesi, il mio compleanno, e Natale ( ebbene si, io ci penso già da ora!). Ma bando alle ciance. Oggi sono qui per presentarvi qualcosa di diverso, un’idea nata e proposta (dopo una giornata di sclero seriale) per una delle persone a cui tengo di più.  Una scrittrice talentuosissima che, grazie alla volontà di una qualche divinità benevola, è diventata una grande amica per me. E proprio grazie a questa amicizia ho scoperto di avere tantissime cose in comune con lei, tra cui anche il famigerato e tanto sognato Ross Poldark. Non a caso, ho chiesto ad Angela C. Ryan ( che conoscete per Tutta la pioggia del cielo, le Cronache di Edenir, le Star Heroes Chronicles e The Shadow Saga- scritta a quattro mani con Patrisha Mar) di diventare per un giorno una blogger e regalare a me e a i suoi lettori un post dedicato interamente ai Poldark. Ovviamente desiderio esaudito! Quindi, non mi dilungo oltre e vi lascio ai pensieri di Angela.

Buona lettura!

POLDARK SECONDO ANGELA C. RYAN

Ross Poldark. Basterebbe questo nome per dare un senso a un’intera pagina bianca non ancora scritta o per evocare pensieri d’amore e peccato, ma tenterò di mantenere un atteggiamento professionale e inizierò questo articolo con alcuni cenni storici. Ross Poldark è una saga romanzesca partorita dalla mente di Winston Graham (benedetto sia lui), cominciata nel lontano ’45. Un anno felice, non solo per la fine della guerra, ma anche per la nascita di un eroe letterario che pochi conoscono. Insomma, non stiamo parlando mica del solito Mr. Darcy. Ross Poldark non è famoso come il suo esimio collega, ma per chi non avesse letto i libri o visto la serie, posso assicurarvi che allo stimato Darcy, non ha proprio nulla da invidiare. Se di Darcy abbiamo potuto ammirare le possenti membra sotto la camicia bagnata (nella serie BBC), di Ross Poldark possiamo ammirare spalle, pettorali, deltoidi, sudati e sporchi, al lavoro nei campi o in miniera. Immagini che evocano pensieri impuri, ve lo posso garantire. Ma non divaghiamo. La BBC, che vede sempre lungo, ha trasmesso negli anni ’70 un paio di serie basate sui primi sette romanzi scritti da Graham. La prima nel ’75, la seconda nel ’77. Chi c’era già allora ne ha potuto godere, ma chi non c’era, può goderne adesso, perché la sempiterna BBC ha deciso di dare nuovo lustro a questa splendida saga familiare trasmettendo nuove serie, con nuovi colori, nuove tecniche di ripresa, nuovi paesaggi e soprattutto nuovi attori. Chi, direte voi? Oh, dunque, vediamo. Cito il primo che mi viene in mente, così a caso. Aidan Turner, nei panni di Ross Poldark. Aidan. Turner. Sì. Moro, ricciolone, sexy, fisicamente dotato e come usa il piccone lui, nemmeno i nani di Biancaneve. Shakespeare, in Romeo e Giulietta, metteva in bocca a Giulietta queste parole: «Quello che noi chiamiamo col nome di rosa, anche chiamato con un nome diverso, conserverebbe ugualmente il suo dolce profumo. Allo stesso modo Romeo, se portasse un altro nome, avrebbe sempre quella rara perfezione che possiede anche senza quel nome…».
Forse valeva per Romeo Montecchi. Ma non per Ross Poldark. Il nome di questo uomo è esso stesso la vera essenza della sua natura, non perché voglia significare chissà che cosa, ma perché contiene la storia di una vita, di una famiglia e di un grande amore. Ross Poldark con un altro nome, non sarebbe stato lo stesso. Il nome Poldark condiziona l’intera realtà che circonda il personaggio, la gamma delle esperienze che vive e che chi gli sta accanto condivide con lui, dagli amori, ai parenti e persino alla servitù.
Ross Poldark sprigiona forza solo nel pronunciarlo, così come il personaggio a cui il nome appartiene, detiene e custodisce tale forza, imprimendola con suggestiva fermezza nei propri ideali e sogni. Poldark non è un personaggio di cui si legge tutti i giorni, non lo è nemmeno la sua storia che inizia con una guerra e si dipana tra le pagine e sullo schermo tv, tra vicende sempre più coinvolgenti, tra amori irrisolti, negati, traditi e dolci scoperte, tra intrighi, offese, invidie e una grande passione con una intraprendente e risolutiva fanciulla dai rossi capelli. Demelza è il suo nome. Demelza: un altro nome che non potrebbe essere che quello. Una donna che fa da spalla a Ross e forse da bastone. Una donna che concede il suo corpo e la sua vita all’uomo che ama e che l’ha salvata da un’infame esistenza, senza, però, mai negare se stessa e quello che è.
I due sono due e uno solo. Una coppia forte che ti fa credere che insieme si possa superare tutto. Anche il diavolo che si presenta a loro sotto molti, infidi aspetti, a volte poco riconoscibili. Anche il fatto che, *****! si debba aspettare un’intera settimana prima di riuscire a vedere un altro episodio. Ma se intanto avete il libro, godetevi quello e immaginate Aidan Turner, un Ross Poldark perfetto. Come perfetta è questa serie.

- ANGELA

Probabilmente, abbiamo la stessa faccia al passaggio di scene di codesto pezzo di uomo.


source: darknessromanoff.tumblr.com

...in caso contrario..."andiaaaam andiaaaam, andiamo a falciaar"


source: demelzahcarne.tumblr.com



© 2017 - 2012 Storie di notti senza luna di Eilan Moon.

All Rights Reserved. Tutti i diritti riservati.
Licenza Creative Commons Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia. La distribuzione del materiale presente su questo blog è vietata senza previa autorizzazione dell'autrice. Per questo scopo potete contattarla attraverso il modulo di contatto. Tutte le immagini presenti sul blog sono state reperite nel web e successivamente rielaborate, qualora l'utilizzo delle suddette violasse un qualsiasi copyright siete pregati di farcelo sapere al fine di rimuoverle immediatamente.
Grafica creata da Eilan Moon. Powered by Blogger.