Salve mie bellissime anime lunari. Dopo tanto tempo la figliol prodiga ritorna a casa…e meno male! Quale migliore occasione per festeggiare...

10° TAPPA BLOG TOUR: Sogni di mostri e divinità- Laini Taylor


Salve mie bellissime anime lunari. Dopo tanto tempo la figliol prodiga ritorna a casa…e meno male! Quale migliore occasione per festeggiare il mio rimpatrio se non quella di partecipare all'immenso Blog tour organizzato  per l’uscita del terzo volume della saga della Chimera di Praga di Laini Taylor?  Ebbene mie prodi e valorosi lettori, oggi io ed Eilan ci siamo cimentate in questa nuova avventura: parlarvi di tutte le ambientazioni che hanno fatto da sfondo a storie meravigliose, poetiche e ricche di magia. Oltre alla nostra descrizione, troverete passi della trilogia in cui la stessa autrice ha descritto questi luoghi incantevoli. Cogliamo inoltre, l’occasione per ringraziare Franci di Coffee&Books per averci coinvolte in questo bellissimo e pazzo progetto, e a Lorena di Petrichor, per la pazienza e la fantastica grafica. Siete pronti per la 10° tappa?
IL LIBRO



 Serie: Daughter of Smoke and Bone #3
Titolo originale: Dreams of Gods & Monsters
Prezzo: 14,50 euro
Pagine: 570
Genere: fantasy, young adult
Dove acquistarlo: Amazon 
Editore: Fazi Editore (collana Lainya)
Data di pubblicazione: 14 Luglio 2016

SINOSSI
La misteriosa Karou è una chimera unica nel suo genere: al contrario dei suoi simili, l’eroina della trilogia La chimera di Praga ha sembianze umane, impreziosite da meravigliosi capelli blu. È innamorata di Akiva, un angelo dalla bellezza eterea. Angeli e chimere sono però nemici naturali, in lotta da secoli. C’è solo un modo per ristabilire la pace: tentare un’alleanza fra le chimere e quegli angeli che, come Akiva, hanno deciso di ribellarsi al loro imperatore.
In questo terzo e conclusivo capitolo della saga entriamo subito nel vivo dell’azione: l’esercito degli angeli discende sulla Terra, in pieno giorno, in una Roma sfolgorante di sole, con uno stuolo di telecamere intente a riprendere e un pubblico sbalordito a osservare la scena. Nel frattempo, dopo il tradimento che ha portato la sua specie allo stremo, Karou sta ricostruendo l’esercito delle chimere e, grazie a un inganno ingegnoso, è ora alla guida della ribellione contro gli angeli. Il futuro della sua specie dipende da lei, ed è giunto il momento dello scontro finale. Riusciranno Karou e Akiva a realizzare il sogno di una realtà in cui i loro popoli smettano di distruggersi e in cui, forse, potrebbe esserci spazio per il loro amore?
Con queste pagine mozzafiato, caratterizzate da una tensione costante e una serie di personaggi indimenticabili, Laini Taylor conferma il suo grande talento. Un finale stupefacente per una trilogia fantasy davvero epica, una suggestiva rivisitazione moderna della mitologia classica e cristiana che ha appassionato milioni di lettori in tutto il mondo.


L’AUTRICE

È nata nel 1971 a Chico, in California. La trilogia dedicata a Karou e al mondo delle chimere è composta da La chimera di Praga, La città di sabbia e Sogni di mostri e divinità. I diritti cinematografici della serie sono stati opzionati dalla casa di produzione americana Universal Pictures. Laini Taylor vive a Portland, in Oregon, con il marito, l’illustratore Jim Di Bartolo, e la figlia Clementine.



AMBIENTAZIONI
  • PRAGA
Città misteriosa, immersa nella neve, ricca di leggende e miti che stimolano la fantasia di chiunque la visiti.
A Praga il sole ha un’angolazione diversa dall'Italia: le luci, i riflessi, le ombre, tutto è diverso e un po’ oscuro se osservato con l’occhio giusto. 
Secondo la leggenda, la principessa Libuše viene considerata la fondatrice della città, perché ne predisse la nascita e il futuro splendore. Era la principessa di una tribù slava che scelse un umile contadino come sposo e diede inizio alla dinastia dei Premyslidi.
Un giorno Libuše ebbe una visione. Dall'alto di un dirupo che dominava la Moldava, la principessa volse lo sguardo a una collina ricoperta da una foresta sul lato opposto del fiume e proclamò: «Vedo una grande città la cui gloria toccherà le stelle». Diede ordine al suo popolo di andare ed edificare un castello dove un uomo stava costruendo la soglia di una casa. Da qui il Prah (soglia) alla città. 

“Ci sono marionette e marionette. La Repubblica Ceca ha una lunga storia nel campo dell’arte di creare e animare i burattini. Fa parte del nostro carattere, i burattini sono ovunque per le strade di Praga: nelle vetrine, nei musei, nei teatri, sulle bancarelle. […]”

Il teatro delle marionette si trova in piazza del Piccolo Quartiere, all'ombra della chiesa di San Nicola. Questo teatro è la prova dell’antica tradizione ceca per le marionette e l’immensa emozione che gli spettatori, anche i turisti, provano durante uno dei meravigliosi spettacoli non ha tempo.
“Sono in Malá Strana. Il teatro delle marionette si trova in piazza del Piccolo Quartiere, all'ombra della chiesa di San Nicola. Nella mappa è raffigurata la città vecchia, perciò devo attraversare il fiume. Il ponte Carlo è un luogo che non invecchia mai.[…]”

Il Ponte Carlo (Karluv Most) è un ponte in pietra in stile gotico che collega la Città Vecchia al Piccolo Quartiere. Durante i primi secoli d’esistenza veniva infatti chiamato Ponte di Pietra. La leggenda, una delle tante suggestive che riguardano Praga, narra che di notte le statue del Ponte Carlo si animino per prendersi cura dei bambini della vicina isola di Kampa. In effetti, attraversando il ponte di notte, quando la folla dei turisti è segregata negli alberghi o nei locali, sembra che le statue siano diverse dal giorno. Forse è solo un inquietante gioco di luci oppure si muovono sul serio? Il Ponte Carlo ricorda molto quello di Castel Sant'Angelo a Roma, altra città utilizzata da Laini Taylor come ambientazione dell’ultimo romanzo della trilogia.
Un’altra leggenda che anima questo luogo racconta della spada di San Venceslao, che era infissa nelle mura del ponte a protezione della città. Se vi fosse stata un’invasione, San Venceslao l’avrebbe brandita, decapitando tutti i nemici con un semplice grido. Ma dei bambini se ne impossessarono, e da allora è introvabile: per questo si dice che i bambini hanno in mano il futuro del paese.


Le storie su questo posto non finiscono qui, all'interno di uno dei pilastri del ponte si troverebbe il tesoro dei Templari: un martelletto d’oro da muratore utilizzato per la costruzione della Torre di Babele e un cristallo della corona di Re Salomone.




  • MAROCCO
Situato all'estremità nordoccidentale del continente africano, il Marocco è una terra di tradizione musulmana. Il paese sembra sospeso tra mito e realtà: le leggendarie città di Tangeri, Casablanca e Marrakech evocano profumi di spezie e atmosfere misteriose. Marrakech è la seconda città del Marocco per dimensione e importante centro di cultura. Questa antica capitale è oggi una città molto vivace, famosa per i suoi mercati e le sue manifestazioni.  La piazza Djemaa el-Fna è il luogo in cui accade tutto: qui le varie tribù vengono a vendere i loro manufatti e i commercianti Berberi portano i loro prodotti. Tra i monumenti storici di Marrakech spiccano le tombe sadiane intarsiate e il minareto della Koutoubia, uno dei monumenti islamici più belli del nord Africa: la sua torre è differente sui vari lati, con colori diversi e circondata da splendidi giardini.

“Era per quella città di fango  immersa nel cuore di un’oasi di palme, la cui parte più massiccia era stata abbandonata e aveva soltanto il centro ristrutturato, e senza nessuna pretesa di grandiosità. Sembrava ancora fango scolpito- se piace il fango scolpito- e le stanze erano abbastanza comode, con altissimi soffitti e travi e tappeti di lana sul pavimento, e c’era una terrazza sul tetto che dava sulle cime ondeggianti delle palme […]”

  • ROMA
Roma è la Città per eccellenza, segnata dalla storia e dalle religioni. In pieno centro sorge la Città del Vaticano, il più piccolo stato del mondo. Cuore pulsante del cattolicesimo, ma non solo. Esso è un luogo misterioso, avvolto da secoli di passaggi segreti, cose non dette e fatti celati alla popolazione. Nell'archivio segreto del vaticano sono migliaia i documenti che attendono di essere rivelati, ma che non lo saranno mai. L’archivio è costituito da una montagna di materiale corrispondente a ottanta chilometri lineari di materiale top secret. Perché?
Nella balaustra dell’attico della Basilica di San Pietro sono poi disposte tredici statue. Al centro c’è quella del Cristo Redentore, poi troviamo San Giovanni Battista e quelle di undici apostoli. Il dodicesimo, quello mancante, è San Pietro. Questo perché, secondo le spiegazioni dei religiosi, a lui è già dedicata una delle due statue collocate sul sagrato. Ma sarà davvero questa la verità oppure c'è un altro motivo specifico per cui manca la sua statua? Sono tanti gli interrogativi e le curiosità su questo angolo di mondo.

“Karou e i suoi compagni tagliarono per i tetti di Roma, la commissione al Museo Civico di Zoologia ormai dietro le spalle, e soltanto Jael come obiettivo. L’aria della notte era densa dell’estate italiana, sotto di loro il panorama della città era un silenzioso tessuto di tetti e monumenti, luci e cupole, tagliato da un serpente oscuro che era il fiume Tevere. Mentre volavano, il suono dei clacson saliva fino a loro, con i fischi dei vigili insieme a brandelli di musica e – sempre più sonoro man mano che si avvicinavano al Vaticano – il canto. Era inintelligibile, ma seguiva il ritmo della liturgia. […]“


  • REGNO DELLE CHIMERE E DEI SERAFINI
Queste due terre sono scaturite direttamente dall'immaginazione e dalla penna di Laini Taylor. L’autrice ha dato vita a due lande ricche di bellezze e di orrori.
“Era a Eretz. Nessun cielo azzurro, lì; si inarcava bianco sopra le loro teste e si scuriva in un grigio canna di fucile sull’unico orizzonte visibile, mentre tutto il resto era perso nella foschia. Sotto di loro c’era soltanto acqua che, nell’assenza di colore della giornata, si increspava in piccole onde quasi nere. La Baia delle Bestie. C’era un che di terrificante in quell’acqua nera. Qualcosa di spietato.[…]”
Nell'impero dei Serafini- descritto come un regno prosperoso e caratterizzato da palazzi e torri - vige una forte gerarchizzazione. Al vertice troviamo l’indiscutibile sovrano, “proprietario” di un vasto harem in cui ci sono donne provenienti da ogni angolo del paese e con cui genera figli “bastardi”  addestrati per ingrossare le fila dell’esercito degli Illegittimi. Ovviamente al di sotto del sovrano vi sono i funzionari e l’esercito ufficiale, chiamato Dominio.  La capitale del regno dei Serafini è Astrea.
 […]l’energia superò Astrea, la capitale dell’Impero dei Serafini, e scomparve altrettanto in fretta. Nella scia di silenzio che lasciò dietro di sé, nessun cittadino la collegò alla distruzione della loro grandiosa Torre di Conquista. […]”“Anche ad Astrea, chimere e serafini stavano lavorando insieme, una fatica più opprimente che massacrante. Ricostruire un impero. Che storia.[…]”
Il regno delle Chimere, invece, è un luogo  immerso in spazi naturali, senza troppe artificiosità. Anche qui vige una sorta di gerarchizzazione. Al vertice vi è il  temibile principe, seguito poi dai suoi sottoposti, ma ogni villaggio custodisce una specie diversa di chimere. Alcune vivono nella capitale, altre nelle montagne (vedi i Kirin), altre ancora nei boschi o nelle pianure. Ogni chimera differisce dall'altra per aspetto, abilità e caratteristiche peculiari. La capitale del regno è Loramendi.
“Avrebbe potuto non conoscere mai il modo in cui l’enorme gabbia di Loramendi frammentava la luce in coriandoli e la gettava sui tetti con mano avara. Là dove i volti non venivano mai bagnati pienamente dalla luce del sole o della luna […]”“Sulphurus aveva avuto una cattedrale sotto la città – Akiva non l’aveva trovata quando aveva camminato, stordito, fra le macerie, perché era stata sepolta e i suoi ingressi fatti crollare e nascosti, e lì dentro, quiescenti, c’erano delle anime.[…]”
Tra i Serafini, si distinguono poi quelli che potremmo chiamare “i cugini lontani” , detti Steliani, angeli dagli occhi di fuoco esercitanti arti magiche antiche.  Questi, abitano nelle Isole Lontane, luoghi paradisiaci e mistici.
“Tutto ciò che riguardava le Isole Lontane era bellissimo e bizzarro. L’aria era tanto intensa da poterla toccare, e sembrava recare in sé le fragranze con la stessa facilità dei suoni: profumi, canti di uccelli, ogni alito di vento brulicava di saettanti melodie e aromi, come il mare brulicava di pesci. Il mare, poi, cambiava mille nuovi colori da un minuto all’altro, e non erano tutti blu e verdi. Gli alberi somigliavano a quelli fantasiosi usciti dalla matita dei bambini, più che ai loro compassati e dritti cugini dell’emisfero settentrionale[…]”

CALENDARIO BLOG TOUR  

15 Luglio: Coffee&Books  - Presentazione e Incipit
16 Luglio: Il Castello tra le nuvole - Recap Libri precedenti
18 Luglio: Liber Arcanus - Personaggi + Dreamcast 
19 Luglio: Starlight Book’s - Recensione
20 Luglio: Legger-mente - Estratti
21 Luglio: Sparkle from Books - Chimere e Serafini
22 Luglio: Lily’s Bookmark - Confronto Cover
23 Luglio: Bookish Advisor - L’autrice
24 Luglio: Atelier dei libri - Recensione
25 Luglio: Storie di notti senza luna - Ambientazioni
26 Luglio: Wonderful Monster - 12 buoni motivi per leggere il libro
27 Luglio: La Bella e il Cavaliere - Gadget e Tatoo ispirati alla serie

GIVEAWAY
Il Giveaway darà l’occasione di vincere 1 copia cartacea di “Sogni di mostri e divinità”.
Inizierà il 15 Luglio e terminerà il 28 Luglio. Il giorno successivo verrà proclamato il vincitore sulle pagine dei blog partecipanti al blogtour.

REGOLE OBBLIGATORIE
- Mettere MI PIACE alla pagina Facebook Lainya
- Seguire i blog che partecipano al Blogtour come lettori fissi
- Commentare tutte le tappe
- Lasciare un indirizzo email valido cui essere contattati in caso di vittoria
- Compilare il form

REGOLE OPZIONALI
- Twittare l’evento
- Condividere l’evento sui social
- Seguire le pagine Facebook dei blog che partecipano al Blogtour

FORM DA COMPILARE
a Rafflecopter giveaway









© 2017 - 2012 Storie di notti senza luna di Eilan Moon.

All Rights Reserved. Tutti i diritti riservati.
Licenza Creative Commons Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia. La distribuzione del materiale presente su questo blog è vietata senza previa autorizzazione dell'autrice. Per questo scopo potete contattarla attraverso il modulo di contatto. Tutte le immagini presenti sul blog sono state reperite nel web e successivamente rielaborate, qualora l'utilizzo delle suddette violasse un qualsiasi copyright siete pregati di farcelo sapere al fine di rimuoverle immediatamente.
Grafica creata da Eilan Moon. Powered by Blogger.