Titolo: MEGLIO SOFFRIRE CHE METTERE IN UN RIPOSTIGLIO IL CUORE Autore: SUSANNA CASCIANI Editore: MONDADORI Pagine: 180 Prezzo Cartaceo...

Recensione: MEGLIO SOFFRIRE CHE METTERE IN UN RIPOSTIGLIO IL CUORE

Titolo: MEGLIO SOFFRIRE CHE METTERE IN UN RIPOSTIGLIO IL CUORE
Autore: SUSANNA CASCIANI
Editore: MONDADORI
Pagine: 180
Prezzo Cartaceo: € 15,00 (DISPONIBILE ANCHE IN DIGITALE)


SINOSSI UFFICIALE:
"C'erano una volta un ragazzo e una ragazza.

C'erano una volta perché adesso non ci sono più.

Un sabato mattina di fine aprile lui si sorprese a piangere davanti a lei. Non riusciva a parlare. Avrebbe voluto confessarle che era finita, ma sapeva che poi lei avrebbe iniziato a singhiozzare, e non ne sopportava nemmeno l'idea.
Lei alzò lo sguardo dal suo libro come se avesse avvertito una forza nuova in casa, incontenibile, che l'avrebbe schiacciata contro il muro se non si fosse aggrappata a qualcosa, così si aggrappò al suo orgoglio, o a quello che ne rimaneva. Chiuse il libro, si alzò dal divano e si diresse verso di lui, si mise sulle punte e gli accarezzò la testa. Gli disse di stare tranquillo. Lui le faceva del male e lei lo consolava. Gli diede un bacio sulla guancia e uscì di casa senza voltarsi, per non essere costretta a dirgli addio.
Quando, quasi tre ore dopo, tornò a casa, lui non c'era più. Sfinita, si addormentò su quello che era stato il loro letto. Più tardi, si svegliò di soprassalto e mise a fuoco nel buio quella parte di letto, così vuota, e avvertì un macigno sul petto che non la faceva respirare. Si rese conto di non essere pronta a lasciarlo andare. Si alzò per cercare un quaderno, come se improvvisamente fosse una questione di vita o di morte. Ne trovò uno. Conosceva le regole: non chiamarlo, non cercarlo, non seguirlo (!!!), non inviargli messaggi, bloccarlo su ogni social network, non giocarsi la dignità. Conosceva le regole, ma le stavano strette, perché stavolta, in quella storia, ci aveva creduto talmente tanto da sentirsi quasi adatta a un futuro felice. Per questo, per la prima volta in ventisette anni, decise di iniziare a tenere un diario segreto, che poi, a voler essere davvero sinceri, altro non era che un modo per continuare a parlare con lui."

LA MIA OPINIONE:

Questo libro mi ha messo in crisi perché è davvero difficile scriverne un'opinione chiara e decisa. Sono confusa sul giudizio complessivo. Da un lato mi è piaciuto tanto, dall'altro no. Quando analizzo un testo cerco sempre di farlo considerando i miei gusti personali ma anche tutto quello che è oggettivo nella trama, nello stile e nella sostanza del romanzo. Ecco perché questa volta mi trovo dibattuta quindi cercherò di spiegarvi, in poche parole, la mia onesta opinione.
Inizio da ciò che mi è piaciuto. L'autrice con le sue parole è in grado di far emozionare come pochi. Ogni pagina è tanto intensa da fare male, colpisce e rimane dentro, sotto la pelle, striscia e non lascia scampo. Ci si immedesima in Anna. Chi non è stata Anna almeno una volta nella vita? Abbiamo tutte sofferto per amore e le parole di Susanna Casciani sono frasi per me, per te, per loro, per tutti. Anna ci racconta cosa prova attraverso uno pseudo diario che in realtà è la raccolta di lettere indirizzate a Tommaso. Parole da condividere ovunque per la loro bellezza sfumata e la delicatezza. L'autrice ha uno stile unico ed evocativo che non può passare inosservato. Scrive di Anna e Tommaso, insieme; scrive di Anna da sola; scrive di me e di te e di tutte le ragazze del mondo. Fragili e forti, egoiste e altruiste, delicate e violente.
Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore è un libro terapeutico che aiuta a imparare ad amarsi e ad accettarsi, ascoltando ciò che quella vocina interiore ci sussurra un poco tutti i giorni. Ci insegna ad andare avanti sempre e nonostante tutto. Il romanzo è una delicata storia d'amore ormai finita, raccontata attraverso i ricordi e i sentimenti della protagonista che grida di non perdere mai la speranza e di non smettere mai di amare e amarci.
Quello che non mi ha convinta e che non ho gradito è stata la scelta di rendere il plot in modo quasi epistolare ed eccessivamente poetico. Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore inizia in modo lento, a tratti noioso, ripetitivo -questo perché l'autrice ha reso Anna, a causa della sua sofferenza per la perdita, ossessionata da determinati concetti ed emozioni- ridondante. Più o meno a metà libro Susanna Casciani narra in terza persona gli eventi che hanno portato Anna e Tommaso a incontrarsi e ad amarsi, poi si ritorna alle poesie e alle riflessioni della protagonista. Ho trovato questo modo di narrare la storia confusionario e non l'ho gradito. Le pagine narrate dall'autrice e che ci spiegano il fiorire di questo delicato e intenso sentimento sono state quelle che meglio hanno reso la trama e quelle che si posso definire "romanzo" dal resto che è molto più vicino alla poesia e al racconto epistolare.
Si potrebbe pensare che Mondadori abbia odorato il caso editoriale e abbia approfittato della fama dell'autrice e della sua conosciuta pagina Facebook -molto bella- per accorpare i pensieri e le riflessioni, a volte molto scostanti gli uni dalle altre, e farne un libro. Credo che Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore avrebbe giovato di una maggior omogeneità e di un miglior approfondimento complessivo del plot. Così come è, a un occhio particolarmente critico, appare come un insieme di fiori profumati di diversi aromi raccolti in un contenitore di cotone che non è in grado di permetterci di apprezzare tutte le fragranze al medesimo modo.
Una lettura che consiglio sopratutto alle lettrici più giovani che sapranno amarlo come merita, lo sconsiglio a chi predilige batticuore e colpi di scena. Se siete in crisi per una perdita personale, acquistatelo e leggetelo, saprà aiutarvi.


GIUDIZIO COMPLESSIVO:

= BUONO






© 2017 - 2012 Storie di notti senza luna di Eilan Moon.

All Rights Reserved. Tutti i diritti riservati.
Licenza Creative Commons Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia. La distribuzione del materiale presente su questo blog è vietata senza previa autorizzazione dell'autrice. Per questo scopo potete contattarla attraverso il modulo di contatto. Tutte le immagini presenti sul blog sono state reperite nel web e successivamente rielaborate, qualora l'utilizzo delle suddette violasse un qualsiasi copyright siete pregati di farcelo sapere al fine di rimuoverle immediatamente.
Grafica creata da Eilan Moon. Powered by Blogger.