TITOLO : CARA COGNATA TI ODIO! AUTORE : CORINNE SAVARESE EDITORE : KINDLE AMAZON PAGINE : 312 PREZZO : 0,99€ (disponibile anche in car...

TITOLO: CARA COGNATA TI ODIO!
AUTORE: CORINNE SAVARESE
EDITORE: KINDLE AMAZON
PAGINE: 312
PREZZO: 0,99€ (disponibile anche in cartaceo)
SINOSSI UFFICIALE:
Può una cognata creare cosi scompiglio da rendere impossibile una relazione? O essere cosi invadente, invidiosa, gelosa e cattiva da far di tutto pur di continuare ad essere l'unica donna per il proprio fratello? Può passare ogni limite consentito pur di raggiungere il proprio obiettivo? O arrivare a tentare di distruggerti la carriera, la dignità, la vita e il fidanzamento? A quanto pare si. Lo fa Annabella, sorella di Andrea. Dopo averlo cresciuto come una madre, ora pretende di dettare le regole della sua vita, imponendosi su Daphne. Quella che inizialmente sembra una bella amicizia tra le due, si trasforma in un incubo nel momento in cui il suo trono di primadonna inizia a vacillare. Annabella arriverà a compiere gli atti più assurdi, pericolosi, meschini e illegali pur di far fuori la nuova fidanzata di suo fratello. "Cara cognata, ti odio!" e il primo libro della serie "Cara, ti odio!" La serie "Cara, ti odio!" vuole raccontare con ironia e sarcasmo tutta una gamma di relazioni problematiche di personaggi, caricature di se stessi, con cui quotidianamente ci scontriamo, spesso portate al limite del paradosso, del buonsenso e della comprensione.

LA MIA OPINIONE:
Cara cognata ti odio! è il primo romanzo della serie "Cara ti odio", scritto da un'autrice esordiente, Corinne Savarese. Questa storia rientra nel genere chick lit, quei romanzi che non sono solo dei romance, ma che sono sfumati da tratti umoristici e mirati a un pubblico femminile, giovane ed emancipato. Ammetto che questo non è il mio genere preferito, anzi, se devo proprio essere onesta, il romance e annessi sottogeneri sono letture poche frequenti per me, ma questo mi ha incuriosita. Non sono rimasta delusa. La storia scorre veloce e frizzante, lo stile dell'autrice è pulito e diretto e i suoi personaggi hanno la capacità di coinvolgere il lettore sin da subito. L'ironia amara che viaggia sulle note di questa storia, come in molti romanzi di genere, fa sorridere ma anche riflettere. Corinne Savarese schiaccia la punta della penna sulla carta di proposito, cioè accentua volutamente le situazioni che si susseguono in Cara cognata ti odio! portando gli avvenimenti sull'orlo del paradosso e dell'assurdità, ma questo accade solo per stimolare nel lettore l'ilarità tipica di questo genere letterario. In verità le situazioni che colpiscono la protagonista, Daphne, non sono che la quotidianità di molte donne in carriera e di quelle che hanno la sfortuna di incontrare future cognate o suocere particolarmente gelose del loro ruolo, tra l'altro non meritato bensì donato dalla natura. In tutto questo c'è un però... Daphne non mi è piaciuta particolarmente, almeno per circa metà romanzo. Il suo carattere non mi era chiaro, a volte mi sembrava oggettiva e altruista, in altre occasioni appariva pomposa e arrogante, sopratutto quando nelle proprie riflessioni si auto apostrofava: io sono una Borgia. Poi proseguendo la lettura ho compreso che era quasi un mantra per lei, un modo per auto convincersi, ma che in verità era più insicura di quanto volesse ammettere con se stessa. L'antagonista della nostra signora Borgia è un'insopportabile e malefica cognata, un elemento che di umano ha ben poco. Il romanzo non brilla di originalità per alcune scene che mi hanno rammentato film sul genere citato, ma, a mio parere, entrare in questo mondo, nell'universo del chick lit, è davvero arduo per uno scrittore perché è qualcosa che ha radicato talmente tanto in sé gli stereotipi ed è tanto difficile fare ridere chi si imbatte in queste storie, che diventa quasi impossibile creare un romanzo completamente fuori da questi schemi. Ciò nonostante Corinne Savarese ha fatto davvero un ottimo lavoro, il suo Cara cognata ti odio! è un romanzo che gli amanti dell'humor e del chick lit non possono assolutamente farsi scappare. E poi le lettrici devono incontrare Andrea perché è il Lui per eccellenza.

GIUDIZIO COMPLESSIVO:
= OTTIMO





Benvenute a questo spettacolare giveaway! Volete portarvi a casa una delle due copie digitali di " La mia eccezione sei tu " mess...


Benvenute a questo spettacolare giveaway! Volete portarvi a casa una delle due copie digitali di "La mia eccezione sei tu" messe in palio per questo divertente gioco?
Credo proprio di sì! 

Partecipare è semplicissimo e vi divertirete, sono sicura che questa iniziativa vi garberà moltissimo.

Prima di tutto vi dico che avrete la possibilità di leggere il primo capitolo del romanzo proprio qui... tra poche righe. Avete capito bene! L'autrice ci ha concesso l'onore di mettere gli occhi sull'inizio di questa sua nuova storia che sta spopolando nel web.

Leggere il primo capitolo sarà per voi un piacere, ma analizzatelo bene perché per partecipare all'estrazione delle due copie del romanzo dovrete rispondere a una facile domanda. Vi consiglio di fare attenzione bene al carattere della protagonista, che è già ben delineato da queste prime righe. Intanto... buona lettura, dopo vi spiegherò tutto nel dettaglio.


LA MIA ECCEZIONE SEI TU



CAPITOLO 1

TENTACOLI E CANOTTI


Ma quante mani aveva? Il famoso polipone gigante di un vecchio film di serie Z aveva di sicuro meno tentacoli. Sara cercò di divincolarsi dall'abbraccio lascivo e di svicolare. Poteva assestare un colpo mortale alla sua virilità, o abbassare il capo e passare sotto il braccio di lui con una mossa di sano contorsionismo.
A che punto avrebbe potuto definire un simile approccio un'aggressione in piena regola?
E le labbra che cercavano di baciarla? Due canotti galleggianti. Bleah, pussa via. Doveva intuire che il tizio non era il suo tipo quando aveva posato per la prima volta i suoi occhi sul neo, che fiero era piazzato proprio vicino al naso aquilino. Una combinazione raccapricciante che doveva rintoccare nella sua testa come un immenso campanello d'allarme, come la Liberty Bell americana. Un emblema del fatto che quell'appuntamento al buio si preannunciava un ennesimo fallimento. Avrebbe di sicuro fatto reclamo con la sua amica Lia, assestando anche a lei un bel calcio magari dove non batteva il sole. Sara si puntellò sulle mani appoggiate al petto di Marco, o come accidenti si chiamava, e lo spinse via. Gli puntò addosso due occhi di brace infuocata; se si fosse concentrata per bene sarebbe anche riuscita a incenerirlo con nuovi incredibili poteri.
«Giù le zampe!» Prese fiato e rese sottili le labbra in un broncio seccato.
Per fortuna non erano più in macchina, una specie di macinino che era un altro bel biglietto da visita di una carriera da latin lover sfigato. «Ma per chi mi hai presa, scusa?» Indietreggiò, ma non per paura, temeva solo che se fosse rimasta a una simile distanza, gli avrebbe assestato un pugno sul naso invadente e ne avrebbe disintegrato il neo.
«Scusami Sara, pensavo che anche tu...» Marco iniziò a balbettare.
«Io, cosa?» Okay, forse aveva alzato un po' più del dovuto i decibel, e forse qualcuno presto si sarebbe affacciato dalla finestra di quella via silenziosa del quartiere Parioli a Roma. Ma non le interessava. Assistessero pure a una sceneggiata! Potevano diventare utili testimoni.
«Credevo di piacerti!»
Sì, come no... solo perché sono stata gentile con te e ti ho ascoltato per tutta la sera davanti a un piatto di sushi, che mi fa anche schifo, hai pensato che tu potessi piacermi al punto di far incontrare intimamente le nostre lingue?
Ovvio, non lo disse, lo pensò soltanto, anche se poi la ragazza, occhi grigi penetranti, ciglia lunghe naturali e capelli fino a metà schiena, si domandò perché doveva risparmiargli la crudele verità. Un morso le aggrovigliò la coscienza. Il neo tremava sulla faccia ridotta a un budino, mentre gli occhi imploranti di Marco lo trasfiguravano, dandogli l'aspetto di bimbetto pronto per il cartello pubblicitario di pannolini per neonati. Un altro po' e avrebbe visto delle lacrime brillare come gemme cristallizzate sulle sue guanciotte paffute.
«Marco, direi che possiamo finirla qui.» Per sempre, aggiunse mentalmente giusto per rimarcare il concetto.
«Mi piacerebbe rivederti.» L'uomo, con la sua polo verde militare, i pantaloni neri dal taglio perfetto e due occhi da cerbiatto si stava avvicinando di nuovo.
E no... Quale parte del discorso non ti è chiara?
«Non siamo adatti l'uno all'altra. Sono sicura troverai la ragazza giusta per te.» E che ami il sushi e bla bla bla...
Marco abbassò lo sguardo. «Mi dicono sempre così, ma cos'ho che non va?»
«Niente non va, solo non siamo adatti l'uno all'altra, sono cose che capitano, non te ne fare una malattia.» Si avvicinò per dargli una fraterna pacca sulla spalla, anche se forse risultò un po' troppo energica. Probabilmente da qualche parte in lei la voglia di colpirlo era ancora forte. «Ti auguro buona fortuna.» Stava per aggiungere sei un bravo ragazzo, ma dopo aver ricordato i tentacoli e i canotti, si morse la lingua, gli sorrise e fece dietrofront. Chiavi in mano, era oltre il portone di casa sua in un nanosecondo spaccato. Addio Marco, il tuo neo, il tuo macinino e il tuo sushi.
Dopo una rampa di scale si ritrovò sul pianerottolo e subito nell'appartamento che divideva con sua sorella Virginia. Era stravaccata sul divano beige chiaro, i piedi sul tavolo, una ciotola di popcorn abbracciata come un'amica cara e uno sguardo strano rivolto a Sara. I suoi occhi verdi si spostarono sull'orologio a muro vicino alla porta e tornarono su di lei.
«Complimenti, hai battuto tutti i record questa volta. Sono le 21:25. Marco è stato silurato ancora più in fretta del suo predecessore. Ha fatto carriera il ragazzo.»
Sara si lasciò sprofondare sul divano accanto a lei, afferrando una generosa porzione di popcorn unti di burro e ben insaporiti. Fissò infine il televisore dove passavano le immagini di Man of Steel.
«Ancora questo film?»
«Mi piace Henry Cavill.» Virginia fece spallucce.
Non ci potevano essere due sorelle più diverse. Sara aveva un aspetto solare, le sue forme erano un po' più in carne e generose, il suo sguardo curioso e attento, i capelli castano scuri, di un castano spento forse, ma pieno di morbidi riccioli. Virginia era alta un metro e settantacinque, bionda, capelli a spaghetto, sottili e lisci 
da sembrare impalpabili, occhi verdi e sguardo perennemente assorto e vispo, tranne quando puntava la sorella e la rimproverava con un'espressione di sufficienza. Ma come si rianimava quando le passavano sotto gli occhi i bei fustacchioni dei film, o i modelli da infarto delle campagne pubblicitarie di biancheria intima e tutto il resto. Sara aveva venticinque anni ed era di nuovo in cerca di lavoro dopo essere stata licenziata per riduzione del personale nell'ufficio di un commercialista. Si poteva definire una pratica, di quelle che amano portare il pane a casa e non sottilizzano tanto sul tipo di lavoro; aveva bisogno di guadagnare, lasciava l'idealismo a Virginia, ventidue anni, e tanti sogni nel cassetto.
Sara prese un'altra manciata di snack. «Ho una fame!»
«Ma non sei andata a cena con l'orsacchiotto di turno?»
«Secondo te quanto posso aver mangiato di un piatto di sushi?»
Virginia le lanciò un'occhiata disgustata e le passò l'intera ciotola con aria comprensiva, mentre tornava letteralmente a sbavare come un San Bernardo su Henry Cavill.
In silenzio Sara finì i popcorn, gettando occhiate distratte al film che scorreva sul 40 pollici HD. Ma non era il suo genere, così prese una delle tante riviste di moda che comprava sua sorella e cominciò a sfogliarla.
A un tratto arrivò a un servizio fotografico maschile e le si spalancò la bocca dalla sorpresa. «Però... Questo si che è dotato!»
Virginia allungò la testa per sbirciare e scoppiò subito a ridere. «Mia cara sorella che vive fuori dal mondo, quello è IL MODELLO. L'uomo più sexy del pianeta, il modello più ricercato e pagato dalle riviste e dagli stilisti di tutto il creato, e ha un fondoschiena da urlo.»
«Lo sto vedendo in tutto il suo splendore!» Le curve armoniose dell'uomo erano esposte in pose artistiche bianco e nero su materassi, lenzuola, divani, e l'uso improprio che faceva di una camicia era a dir poco illuminante. Grazie agli studi approfonditi appena compiuti, la ragazza avrebbe potuto scrivere un trattato sui mille e uno modi di utilizzare una camicia senza indossarla, e sarebbe stato un best seller.
Non c'era un centimetro di quel corpo di cui Sara ora non conoscesse la geografia. Vallate, montagne e orizzonti. E pensare che geografia non era mai stata una delle sue materie preferite a scuola.
Virginia iniziò a ridere. «Sembri me, vedessi che faccia che hai. Ti sei innamorata?»
«I miei ormoni si sono risvegliati dal lungo letargo e stanno dando un party. Quest'uomo è la perfezione sulla terra.»
«Dammi qua.» Le strappò di mano la rivista e prese a studiare meglio le foto. «Certo che non ha pudore, eh?»
«È un bene dell'umanità, un benefattore, merita un monumento.»
«Ahahahah, proponiamolo per il patrimonio Unesco. Che tutti sappiano, anzi vedano» proclamò Virginia entusiasta.
Sara rise e riprese il giornale in mano. «E guarda che occhi.»
«Veramente ero distratta da...» Con il dito indicò un punto esatto e le due sorelle, dopo essersi guardate un breve istante in religioso silenzio, scoppiarono a ridere senza più freni.
La serata passò in allegria e dopo aver dissertato sulle bellezze del genere umano, o almeno di un umano in particolare, Virginia e Sara andarono a dormire predisposte a sogni indimenticabili.


Dopo questo succulento assaggio, passiamo al gioco. Avete tempo per partecipare sino alla sera del 01 Luglio, vediamo nel dettaglio cosa dovrete fare e come compilare il modulo qua sotto:

  • LIKE alla pagina facebook dell'autrice: FANTASY WORLD OF PATRISHA MAR
  • LIKE alla pagina facebook del blog: EILAN MOON - STORIE DI NOTTI SENZA LUNA
  • RISPONDERE CON UN COMMENTO A QUESTO POST alla domanda: quello tra Sara e Daniel -IL MODELLO- sarà un incontro oppure uno scontro?
  • SEGUIRE COME LETTORE FISSO il blog dell'autrice: FANTASY WORLD (basta cliccare nella finestra che riporta la scritta UNISCITI A QUESTO BLOG)
  • SEGUIRE COME LETTORE FISSO questo blog:  STORIE DI NOTTI SENZA LUNA (basta cliccare nella finestra che riporta la scritta UNISCITI A QUESTO BLOG)


Questi campi sono OBBLIGATORI per partecipare all'estrazione finale, ma potrete accumulare più punti e quindi aver maggior probabilità di vincere con l'ultima riga del form. Quello è un campo che sarà possibile inserire tutti i giorni e dovrete solo scrivere i link delle vostre condivisioni del giveaway effettuate su facebook, twitter o anche google plus. Inoltre potete lasciare un semplice commento nella pagina facebook dell'autrice o anche su quella del mio blog, anche quel link varrà punti e potrete inserirlo in quello spazio apposito. Mi raccomando digitate gli URL delle condivisioni separati da un trattino: più condivisioni farete maggior probabilità per voi di essere estratte.


BUONA FORTUNA!



TITOLO : FALLEN AUTORE : LAUREN KATE EDITORE : RIZZOLI PAGINE : 499 PREZZO : 12,50€ (disponibile anche in digitale) SINOSSI UFFICIAL...



TITOLO: FALLEN
AUTORE: LAUREN KATE
EDITORE: RIZZOLI
PAGINE: 499
PREZZO: 12,50€ (disponibile anche in digitale)
SINOSSI UFFICIALE:
In seguito a un tragico e misterioso incidente, Lucinda è stata rinchiusa a Sword&Cross, un istituto a metà fra il collegio e il riformatorio. Nell’incidente un suo amico è morto. Lei non ricorda molto di quella terribile notte, ma la sua ricostruzione dei fatti non convince la polizia. La vita nella nuova scuola è difficile: il senso di colpa non le lascia respiro, proprio come le telecamere che registrano ogni singolo istante della sua giornata. E tutti gli altri ragazzi, con cui è più facile litigare che fare amicizia, sembrano avere alle spalle un passato spiacevole, se non spaventoso. Tutto cambia quando Luce incontra Daniel. Misterioso e altero, prima sembra fare di tutto per tenerla a distanza, ma poi è lui a correre in suo aiuto, e a salvarle la vita, quando le ombre scure che Luce vede in seguito all’incidente le si stringono attorno. Luce, attratta da Daniel come una falena dalla fiamma di una candela, scava nel suo passato e scopre che standogli vicino, proprio come una falena, rischia di rimanere uccisa: perché Daniel è un angelo caduto, condannato a innamorarsi di lei ogni diciassette anni, solo per vederla morire ogni volta… Insieme, i due ragazzi sfideranno i demoni che tormentano Luce, e cercheranno la redenzione

Finalmente abbiamo una data per il nuovo e attesissimo romanzo di Angela C. Ryan : Vision . La pubblicazione dovrebbe avvenire il 03 Lug...


Finalmente abbiamo una data per il nuovo e attesissimo romanzo di Angela C. Ryan: Vision.
La pubblicazione dovrebbe avvenire il 03 Luglio, ma l'autrice ha comunicato che forse ci sarà una anticipazione dell'uscita... che dire? Noi ne saremmo contenti.



Questo romanzo vede la fine delle avventure della protagonista di Hunted, Abby, e ci narra ciò che accade a lei e al suo gruppo di ibridi e alieni subito dopo il finale mozzafiato del primo romanzo. Per chi ancora non conoscesse questa storia splendida, consiglio di leggere la mia recensione qui: Hunted

Io attendo questa lettura da molto e non vedo l'ora di averla tra le mie manine, e voi?


TITOLO: Vision -Star Heroes Chronicles #2-
AUTORE: Angela C. Ryan
EDITORE: Amazon Kindle e Kobo
PREZZO: 2,99 €
DATA DI PUBBLICAZIONE: 03 Luglio

Dopo aver scoperto di essere in grado di prevedere il futuro grazie al suo DNA ibrido, Abby Allen deve fare i conti con una delle peggiori visioni che le capita di avere: quella che le svela la morte di Kevan, l’alieno di cui è innamorata, il suo personale Superman, che a quanto pare sacrificherà la sua vita per salvare quella di lei. Sceglie quindi di stargli lontana, ma più lei si allontana, più Kevan le si avvicina, conscio ormai di non poter più fare a meno della “colorata” presenza di Abby. Riuscirà la ragazza a tenere fede ai suoi propositi, o le lusinghe dell’alieno avranno la meglio sulla sua volontà?
Nel frattempo, la lotta contro i Niviuxiani, la razza aliena a cui appartiene Kevan, prosegue senza esclusione di colpi. Abby, Kevan, Dakota, compagna d’armi di Kevan, e Jay, l’Ibrido in grado di generare il fuoco, intraprendono un viaggio che dovrebbe portarli al sicuro. Ma le cose non andranno come previsto, perché si sa, il futuro riserva sempre delle sorprese. I ragazzi si ritroveranno al punto di partenza e l’incubo della cattura si abbatte di nuovo sulle loro vite. Abby e Kevan dovranno perciò incontrare il triste epilogo che è stato scritto per loro, o forse il futuro può essere ingannato?
Dopo Hunted, primo libro della serie Star Heroes Chronicles, Vision svela e conclude le vicende che vedono protagonisti i due ragazzi, e ci dirà finalmente qual è il destino che li aspetta.
«Fammi vedere come si vive» mi sussurra Kevan nel silenzio del faro, baciandomi la sommità del capo. «Fammi vedere come si fa a essere felici. E liberi.»





Amici del blog, con immenso piacere ed emozione vi annuncio che io,  Eilan Moon, e Antonella Ghidini -autrice con me di Teufel, il Di...



Amici del blog, con immenso piacere ed emozione vi annuncio che io, Eilan Moon, e Antonella Ghidini -autrice con me di Teufel, il Diavolo- saremo ospiti durante il programma UN'ORA DI su rock'n roll radio, domani dalle 12:00 circa, per un'ora. 


Questa è un'avventura misteriosa, perché non sappiamo bene cosa ci aspetterà. Tutto è avvolto nel mistero, ma se con noi volete scoprire cosa ci attende, allora non dovete far altro che collegarvi al sito della radio, alla pagina ON AIRrock'n roll radio in diretta alle 12.00 per il programma diretto da Davide Mozzanica

Parleremo del romanzo Teufel, il Diavolo e dello splendido evento che ci vedrà protagoniste Domenca 15 Giugno dalle 21:00 presso il locale Rock'n Roll Club di Milano! Se vi siete persi il post relativo, potete scoprire qualcosa sulla serata anche su facebook: evento Teufel su facebook.

Il bello di questa nostra presenza durante la programmazione della radio è anche che potrete interagire con noi e con il presentatore in diretta! Vi basta recarvi a questo link -sempre sul sito di Rock'n Roll Radioscrivici in diretta e compilare il modulo con il vostro indirizzo mail e il messaggio che volete inviarci.

Quindi se avete domande per noi, consigli o solo se volete mandarci un saluto, seguiteci domani in diretta!




Eilan Moon e Antonella Ghidini vi danno il benvenuto a uno speciale evento che vedrà protagonista il romanzo urban fantasy TEUFEL, I...




Eilan Moon e Antonella Ghidini vi danno il benvenuto a uno speciale evento che vedrà protagonista il romanzo urban fantasy TEUFEL, IL DIAVOLO. Un'iniziativa a suon di rock! Uniamo musica rock e libri, quello che nasce è: DIVERTIMENTO. Ebbene sì. 
L'evento/festa è GRATUITO e inizierà alle ore 21:00 presso il famoso locale ROCK'N ROLL gemellato alla stazione radio ROCK'N ROLL RADIO

La scaletta della serata:
--21:00 La serata inizierà alle ore 21:00 con la breve presentazione su COME e PER QUALE MOTIVO nasce il romanzo che ha sposato il fantasy con la vita selvaggia e indomita dei Cani da Pastore del Caucaso.
--21:30 concerto dal vivo del gruppo power THE WHITE CROW
--22:00 breve dibattito in cui potrete chiederci tutte le curiosità che vi attanagliano la mente, io e Antonella risponderemo con sincerità; per chi non ha cenato PAUSA HAMBURGER E PATATINE+BEVANDA in SUPER SCONTO offerto dal ROCK'N ROLL oppure siete liberi di acquistare le bevande o lo snack che preferite, il menù è ricco e vario. 
--23:00 concerto dal vivo del famoso gruppo hate rock RAZORBOY 
--00:00 chiusura evento con baci e abbracci, foto ricordo con le autrici oppure con i due fantastici gruppi musicali che ci allieteranno la serata - angolo back stage photo a cura di Aleksi's Art.


Per l'evento si ringrazia il gestore del locale ROCK'N ROLL che ci ospiterà anche per una breve intervista alla radio qualche giorno prima  (data ancora da stabilire, ma la saprete presto).
Ci sarà da divertirsi per unire l'incontro e la presentazione a un bel momento di svago, con l'unico scopo di stare tutti assieme e sorridere! Non potete mancare! Inoltre per tutti quelli che si presenteranno ci sarà la possibilità di acquistare il romanzo scontato per l'occasione!

Vi rammento che l'entrata è completamente gratuita e non vi è obbligo di consumazione.

Il locale si trova in via Bruschetti, 11 a Milano ed è vicinissimo alla stazione ferroviaria centrale. Facile arrivare senza problemi, insomma non avete scuse!


Per ulteriori informazioni e condividere l'evento, vi rimando qui: EVENTO TEUFEL, IL DIAVOLO

Io, Antonella Ghidini,  i Razorboy Hate Rock, i White Crow, Aleksi OG, e tutto il fantastico staff del Rock'N Roll  vi aspettiamo a braccia aperte!



TITOLO : IL CANTO DELLA RIVOLTA AUTORE : SUZANNE COLLINS EDITORE : OSCAR MONDADORI PAGINE : 421 PREZZO : 13,00€ (disponibile anche in...


TITOLO: IL CANTO DELLA RIVOLTA
AUTORE: SUZANNE COLLINS
EDITORE: OSCAR MONDADORI
PAGINE: 421
PREZZO: 13,00€ (disponibile anche in digitale)
SINOSSI UFFICIALE:
Contro ogni previsione, Katniss Everdeen è sopravvissuta all'Arena degli Hunger Games. Due volte. Ora vive in una bella casa, nel Distretto 12, con sua madre e la sorella Prim. E sta per sposarsi. Sarà una cerimonia bellissima, e Katniss indosserà un abito meraviglioso. Sembra un sogno... Invece è un incubo. Katniss è in pericolo. E con lei tutti coloro a cui vuole bene. Tutti coloro che le sono vicini. Tutti gli abitanti del Distretto. Perché la sua ultima vittoria ha offeso le alte sfere, a Capitol City. E il presidente Snow ha giurato vendetta. Comincia la guerra. Quella vera. Al cui confronto l'Arena sembrerà una passeggiata.

LA MIA OPINIONE:
Terzo romanzo della saga distopica di grandissimo successo The Hunger Games: fase conclusiva delle avventure di Katniss Everdeen, il coraggioso arciere donna del distretto dodici di Panem. Ritroviamo i personaggi in una realtà completamente sconvolta, in cui ormai la rivolta si è accesa grazie alla scintilla creata dalla vincitrice della penultima edizione dei Giochi della Fame. Peeta sembra perduto, catturato da Capitol City insieme ad altri pochi superstiti dell'Edizione della Memoria, inutile dire che la nostra eroina è disperata e sconvolta dalla realtà che la circonda. Il Distretto Tredici senza Peeta è per lei un luogo in cui non riesce a trovare il proprio posto, anche se tutti i suoi amici sono proprio lì accanto a lei, Gale compreso. Ma lei non è più la Kat degli anni prima e questo suo essere maturata in fretta, l'ha estraniata dal resto del mondo che le apparteneva prima. Il Distretto Tredici non è un luogo di villeggiatura e anche qui, sia lei che i suoi compagni di disavventure, madre e sorella comprese, dovranno tentare di imparare a vivere secondo le loro regole perché la guerra è in atto e i Distretti non possono permettersi di perdere contro Capitol City. Hanno bisogno della loro Ghiandaia Imitatrice in massima forma, anche se in verità Katniss è tutto fuorché in forma. Più volte la giovane si ritrova spaesata e depressa, sconnessa dalla realtà che la circonda, le cause di questo suo stato d'animo sono molte, tra cui anche fisiche, ma nonostante questo riesce a reggere la pressione attorno a lei e a trasformarsi nel simbolo della rivoluzione.
Qualcosa però non è pulito come dovrebbe e l'eroina, poco a poco, si rende conto che un oscuro piano si sta muovendo contro di lei e che come sempre qualcuno mira al potere, solo a quello, a discapito degli innocenti. Mentre il presidente Snow cerca di minare la mente di Katniss attraverso video interviste di un Peeta evidentemente manipolato e forse ormai perduto per sempre, anche un'altra persona spera che la Ghiandaia Imitatrice ceda. Moltissima azione, una protagonista più matura ma maggiormente combattuta, Haymitch si riconferma miglior personaggio della saga, colpi di scena -sopratutto nel finale- lasciano ben poco alla noia, una miscela intrigante e coinvolgente per l'ultimo libro su Panem. La domanda che ho continuato a pormi per tutte le pagine era se Peeta sarebbe tornato quello di prima e la risposta giunge proprio alla fine, nelle ultimissime pagine. L'unica pecca che mi ha un po' delusa è stata la velocità con cui si svolgono gli ultimi avvenimenti, poco dopo un'esplosione al centro di Capitol City. Katniss si risveglia stranita, sconvolta, diversa, quasi folle a tratti e questo mi ha destabilizzata perché il lettore vede tutto attraverso i suoi occhi e, se i suoi occhi sono annebbiati, allora lo sono anche i nostri. Per questa ragione il finale mi è apparso veloce, poco curato, diverso, strano, come un incubo a occhi aperti e mi ha lasciata come in balia della follia più pura, probabilmente una scelta voluta questa dall'autrice proprio per suscitare questo effetto che però non ho gradito. In sostanza The Hunger Games si rivela essere una trilogia distopica di grande spessore, una lettura obbligata per gli amanti del genere: una saga che resterà nella storia.

GIUDIZIO COMPLESSIVO:

OTTIMO







© 2017 - 2012 Storie di notti senza luna di Eilan Moon.

All Rights Reserved. Tutti i diritti riservati.
Licenza Creative Commons Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia. La distribuzione del materiale presente su questo blog è vietata senza previa autorizzazione dell'autrice. Per questo scopo potete contattarla attraverso il modulo di contatto. Tutte le immagini presenti sul blog sono state reperite nel web e successivamente rielaborate, qualora l'utilizzo delle suddette violasse un qualsiasi copyright siete pregati di farcelo sapere al fine di rimuoverle immediatamente.
Grafica creata da Eilan Moon. Powered by Blogger.