I minuti passarono lenti e la notte si faceva sempre più gelida. Il vento, che ruggiva come un leone, iniziava a spaventarmi. L'ebbrezza...

VAMPIRO

I minuti passarono lenti e la notte si faceva sempre più gelida. Il vento, che ruggiva come un leone, iniziava a spaventarmi. L'ebbrezza del sangue umano stava cominciando a svanire e il mio sistema corporeo iniziò presto a pretendere ancora caldo liquido ematico. La cosa peggiore era che adesso mi sentivo il mostro a cui per anni avevo dato la caccia. Ero il il VAMPIRO, l'essere che mille volte avevo eliminato e ora qualcuno avrebbe tagliato la testa a me. Io, il mostro.



© 2016 - 2012 Storie di notti senza luna di Eilan Moon.

All Rights Reserved. Tutti i diritti riservati.
Licenza Creative Commons Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia. La distribuzione del materiale presente su questo blog è vietata senza previa autorizzazione dell'autrice. Per questo scopo potete contattarla attraverso il modulo di contatto. Tutte le immagini presenti sul blog sono state reperite nel web e successivamente rielaborate, qualora l'utilizzo delle suddette violasse un qualsiasi copyright siete pregati di farcelo sapere al fine di rimuoverle immediatamente.
Grafica creata da Eilan Moon. Powered by Blogger.